I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

 

 Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Socio-Sanitari
Viale Pacinotti 11 - 51100 Pistoia (PT)  - ptrc010007@istruzione.it - Pec: ptrc010007@pec.istruzione.it - Tel. 0573/25193  /25194 

 

Venerdì 21 febbraio alle ore 10,15 i ragazzi della 5CS hanno incontrato il ricercatore storico Francesco Cutolo per un tour nel centro di Pistoia sul tema “Targhe e monumenti commemorativi dei soldati caduti nella 1° guerra mondiale”. Il percorso, incluso nella ricca offerta formativa per l’anno scolastico 2019/2020 dell’Istituto Storico della Resistenza di Pistoia (ISRPT http://istitutostoricoresistenza.it/) ha come titolo “Il lutto e la memoria”- I monumenti della Grande Guerra a Pistoia.

 

Il dott. Cutolo ha preparato per i nostri studenti un itinerario che si è sviluppato da Via Cavour, toccando Via Roma, Piazza del Duomo, Via Curtatone e Montanara fino ad arrivare a Piazza San Francesco. Attraverso racconti, talvolta anche di spirito, e grazie alla profonda conoscenza dell’argomento, la nostra guida di eccezione ha saputo rendere in maniera viva momenti tragici della nostra storia. Prendendo spunto dalle varie targhe commemorative sulle facciate di alcuni edifici pubblici e privati del nostro centro città, il ricercatore ha saputo dare risalto alla tragedia bellica raccontando aneddoti e arricchendo i fatti storici con dettagli e curiosità utili a consolidare le conoscenze pregresse dei ragazzi. Particolare interesse hanno destato i riferimenti ai palazzi che hanno ospitato i profughi di Belluno, Treviso e di altri centri vicini (si è parlato di 6500 profughi), fuggiti dall' occupazione austro-tedesca; il Bollettino della Vittoria, lapide in marmo bianco sulla facciata del Municipio di Pistoia e i riferimenti al carattere amichevole e coinvolgente del generale Armando Diaz; la vetrata della Cappella Fioravanti nella Chiesa di San Francesco, uno dei rari esemplari di vetrate commemorative di eventi bellici in Italia.

 

Sulll’uscita didattica gli studenti della 5CS si sono espressi così:

E’ stato interessante venire a conoscere fatti avvenuti sul nostro territorio che i nostri trisavoli hanno vissuto in prima persona. Li abbiamo sentiti più vicini e adesso quei fatti appartengono anche a noi che camminiamo in quelle vie ogni giorno.” (Ginevra)

 

Avevamo testimonianze riguardanti i primi decenni del 20mo secolo e non ne sapevamo nulla. Un giorno se qualcuno vorrà visitare Pistoia e scoprire la sua storia non ci coglierà impreparati” (Jessica)

 

Quello che ci è piaciuto di più è il Bollettino della Vittoria che ha scritto il generale Armando Diaz per annunciare a tutta l’Italia che la guerra era stata vinta. Non ci avevamo fatto mai caso e soprattutto non sapevamo che si potesse trovare su tutti i municipi italiani.” (Gianmarco e Simone)

 

Sono rimasto colpito da quanto poco sappiamo della città dove viviamo e degli angoli che vediamo tutti i giorni. La statua in mezzo a Piazza Mazzini o Piazza San Francesxo che dir si voglia, per esempio. La storia della statua, delle due vasche che si trovano lì accanto, il loro significato e il perché dei due nomi della Piazza... Non me l’aspettavo” (Lorenzo)